Archivio: Web News

Lavorare come esperto di Social Media

Cresce l’esigenza da parte di agenzie media di entrare in contatto con esperti di social media. Non è affatto facile entrare in contatto con marketeer che abbiano avuto esperienze significative in questo ambito che è piuttosto nuovo e richiede una certa sensibilità comunicativa nonché una forte competenza riguardante i meccanismi che regolano le reti sociali.
L’esperto di social media deve sicuramente possedere una grande capacità di tessere relazioni attorno ad un brand ma deve anche avere l’abilità di pianificare le proprie attività di PR online intorno ad obiettivi di conversione ben precisi.
Ho dato un occhio alla sezione offerte di lavoro di Wickedin, il nuovo aggregatore di annunci Italiano, ed abbiamo notato come molto spesso ad un marketing manager moderno siano richieste competenze di social media.
In generale anche il blogger non è più un giornalista che sa scrivere online ma è una persona che conosce le metodologie per propagare le notizie in rete attraverso gli strumenti messi a disposizione dei social media.

Ricerca sull’uso dei Social media in Italia

Vi segnalo i risultati emersi dal sondaggio sui Social Media di cui vi ho parlato nel post precedente a questo (I Social Media in Italia), esposti alcuni giorni fa prima sulle pagine del leggendario TagliaBlog e poi su quelle del mio blog personale:

Come era facile presupporre, Facebook e Twitter la fanno da padroni in quanto ad aspetto sociale, raccogliendo giudizi positivi (tasso alto o molto alto) per rispettivamente il 68% (FB) e il 50% (TW). Friendfeed ha un tasso di socialità medio-alto (63%), Linkedin invece è percepito come poco social (tasso di socialità medio-basso per il 64%).
(leggi il seguito di “Come si usano i Social Media in Italia?“)

Facebook viene definito (e quindi considerato) dalla maggioranza dei rispondenti come “pesante, dispersivo, invadente e voyeuristico“. Nonostante fosse prevedibile ricevere risposte di questo genere, personalmente non mi sarei aspettato una quasi totalità di aggettivi con accezione negativi in relazione a FB. Ben visto invece Twitter, visto da molti come agile, semplice e soprattutto veloce. Interessante notare che la categoria professionale che critica maggiormente Twitter è quella dei tecnici (web deisgner, programmatori, sistemisti) che lo vedono “scarno, piccolo, minimale“. Criticatissimo (o forse incompreso) Friendfeed, per il quale l’aggettivo che ricorre più frequentemente è elitario (ma su questo presto dirò la mia!). Linkedin, facile dirlo, è percepito come serio, professionale e utile.

(leggi il seguito di “Facebook è pesante, Twitter è veloce e Friendfeed elitario“)

Buona lettura!

I Social Media in Italia nel 2010

Vi propongo oggi una sorta di questionario/indagine che ho messo a punto per scoprire quale sia la reale situazione dei social media in Italia al momento attuale: come li usiamo? cosa ci piace e cosa no? Come li usiamo?

Ecco quali sono alcuni quesiti che ritroverai all’interno del questionario: non ti resta che seguire QUESTO LINK e rispondere! Potrai trovare i risultati del test (che è già sul mio blog personale da una settimana) nei prossimi giorni su davidelicordari.com.

I Social Media sono in salute?

year-over-year_changes2

Com’è cambiata la situazione dei Social Media in un anno? Ecco un grafico esplicativo piuttosto interessante: Facebook, come prevedibile, ha ulteriormente aumentato la propria quota di mercato, andando sostanzialmente a colmare il gap perso da MySpace, il quale continua a regredire in maniera sensibile. Capire perchè è abbastanza semplice, vista ormai la situazione di quasi monopolio del social network di Palo Alto e visto il concept “antico” di MySpace. Twitter cresce, ma meno di quanto mi sarei aspettato (almeno “a naso”), Gmail rimane più o meno invariato (nonostante Buzz e Wave) come anche Ning (che ora però si paga). Il vero botto in termini numerici lo registra invece Linkedin, che registra un importante incremento negli ultimi 12 mesi.

Perchè? Bella domanda. Merito della crisi che ha portato tanti nuovi utenti a iscriversi al social network professionale pur di trovare qualche chance in più di lavoro? Merito di uno strumento effettivamente efficace e attraente anche per un pubblico non esattamente web addicted? E’ il segno che il social web sia più efficace in versione seria che in versione ludica?

social-media-traffic-changes

yoy-social-traffic

Nasce davidelicordari.com

testata11

Ti segnalo un’evento di per sè irrilevante ma per me importante: è nato oggi davidelicordari.com, il mio blog personale!

Avevo bisogno di uno spazio più largo sul quale esprimermi (e no, non è colpa delle mangiate pasquali) senza dovermi rigorosamente attenere agli argomenti strettamente tecnici di questo blog, e poi da buon frequentatore del web non potevo astenermi dal presidiare il mio dominio!

Se vorrai venirmi a trovare anche lì, sappi che sei il benvenuto!

ps: non abbandono mica questa barca,anzi!

La nuova home page di Twitter!

Vista la novità? e ora..sfida a chi compare più volte tra i Top Tweet!

fireshot-capture-002-twitter-twitter_com

Nascono le PAGINE SOCIALI su Facebook

Scommettiamo che questo peperone avrà più fan di Rocco Siffredi?

Cosa ti ricorda questa frase? Forse una moda degli ultimi mesi che va moltissimo su Facebook? Ecco, bravo.

Facebook ha appena lanciato una nuova funzionalità, chiamata PAGINE SOCIALI (aka Community Pages), che permetterà un’ulteriore distinzione tra pagine, gruppi e profili utente. Il concetto che sta alla base di questa nuova features è la volontà di dividere nettamente le fan page legate a un brand e quelle che, grazie alle potenzilità virali delle pagine,  invece stanno piano piano sostituendo i gruppi (che a questo punto ci si chiede a cosa servano).

fireshot-capture-071-facebook-i-crea-una-pagina-www_facebook_com_pages_create_php

In pratica la novità più grande è che queste pagine saranno, sin dal momento della creazione, NON UFFICIALI e legate a “cause e ideali” e in caso di grande successo a livello di fan si legge che sarà la comunità di Facebook stessa a gestirla (in stile Wikipedia), dando la possibilità a tutti di inserire contenuti legati al tema della pagina.

Si cerca pertanto di differenziare i contenuti della Fan Page lasciandole in mano alle aziende stesse in modo tale che vengano utilizzate per fare comunicazione aziendale avanzata, mentre sarà interessante scoprire l’uso che verrà fatto delle Community Pages una volta “assorbite” da Facebook: per come la vedo io immagino che da un lato ci saranno le classiche fan page corporate e dall’altro delle “side communities” legate comunque a dei marchi ma in maniera più divertente e più partecipativa (ad esempio “Quelli che mettono le dita nel barattolo della Nutella“?)

E tu? che ne pensi? Come si evolveranno fan page e community page?

1 anno, 100 post e grazie 1000

Ebbene si, un anno fa nasceva questo blog!

torta

Ero alla mia prima esperienza come blogger e non sapevo bene come avrei riempito tutti gli spazi bianchi che mi si presentavano davanti, eppure..eccomi ancora qua, dopo 100 (giusti giusti!) post a ringraziare tutti voi che mi leggete, che mi commentate, che mi condividete sui social media (e dove sennò!)..

GRAZIE.

Mi piacerebbe moltissimo se nei commenti mi deste dei suggerimenti, mi faceste delle critiche, mi aiutaste (ok, la smetto di usare i congiuntivi, mi rendo conto di essere obsoleto) a migliorare ulteriormente la mia esperienza di divulgatore e la vostra esperienza di lettori.

E ora basta, ho una torta da azzannare!

Twestival Singapore 2010

TWESTIVAL SINGAPORE 2010, segnati questo evento, perchè si tratta della seconda edizione del Twitter Festival, in programma per giovedi 25 marzo.

twestivalsg_logo

Gli organizzatori dell’evento si propongono di utilizzare i social media a fin di bene, cercando un modo per supportare globalmente cause molto più importanti dei nostri bruti scopi commerciali; quest’anno i fondi che verranno raccolti saranno devoluti a Concern Worldwide, un’organizzazione umanitaria finalizzata a dare aiuti concreti alle persone che vivono in estrema povertà, anche e soprattutto sotto forma di istruzione per i bambini bisognosi.

Per sostenere la causa di Twestival e Concern è possibile:

- fare donazioni via Paypal (segui questo link)

- seguire l’account Twitter di TheLensMen e comprare i loro prodotti (occhiali e lenti a contatto) che supportano il Twestival, così come i prodotti venduti presso i negozi Brewerkz

- seguire l’account ufficiale del Twestival (@twestivalSG)

- scaricando il pacchetto di icone dedicato (qui)

- spargere la voce il più possibile condividendo questo post ovunque! :)

Twitter Anywhere!

Sull’onda del successo di Facebook Connect anche Twitter cerca di adeguarsi tentando di espandersi su siti terzi.

Come? Grazie a @Anywhere, una piattaforma di sviluppo che punta a esternalizzare le peculiarità di twitter su altri siti web partner. Al momento l’esperimento coinvolge solo alcuni colossi di Internet (NY Times, Ebay, Amazon e pochi altri) e consiste nel mostrare le hovercards quando si passa il mouse sopra il nome dell’atore di un post o di un articolo, permettendo così di visualizzare i suoi ultimi tweet, le informazioni del profilo e nel caso followare il suo profilo senza lasciare le pagine del sito.

immagine

Tuttavia è più che ipotizzabile che in futuro verranno sviluppate nuove funzionalità legate a questa applicazione, come ad esempio la possibilità di commentare un articolo o un video loggandosi direttamente via Twitter (come accade già con Fb Connect o con Disqus), evitando così di appoggiarsi ad applicazioni esterne.

Insomma, stiamo a vedere in quale modo Twitter proverà a stupirci!

Per approfondire, leggi qua http://blog.twitter.com/2010/03/anywhere.html