I 25 personaggi più influenti della Rete

Forbes ha stilato la classifica dei 25 personaggi più influenti del web, ecco chi sono i primi 10 con tanto di link e descrizione:

1) Perez Hilton : il gossip al potere. Mario Lavandeira (si, si chiama così, non ridere) è per il terzo anno consecutivo il blogger più influente del pianeta internet; per quanto sia inquietante raggranella più di 7 milioni di visite al mese e ha più di 1 milione di followers su Twitter. Insomma, il ragazzo “pesa”.

2) Michael Arrington: uno dei fondatori di TechCrunch, la Bibbia dei geek, il tempio di tutti coloro che fanno della rete un lavoro. Il buon Michael, che vive nella Silicon Valley, non fa altro che recensire, proporre e scovare idee da trasformare infloride imprese. Avercene come lui!

3) Pete Cashmore: mister Mashable, insomma. Il mascellone venuto dalla Scozia a 19 anni aveva già per le mani un impero (online), ora che, anche lui, si è trasferito in pianta stabile in Silicon Valley (il posto più arido dell’universo, per altro), fornisce sul suo blog chicche a ripetizione sul mondo dei social media. Se lavori nel marketing, DEVI leggerlo! ps: tanto per gradire, ha solo un paio di milioni di followers su Twitter.

(continua…)

I 10 momenti top della storia di Internet (dal 2000)

La storia passa per Internet, ormai è un fatto accettato anche dai più tradizionalisti: quali sono però i 10 momenti che più hanno caratterizzato il web negli ultimi 10 anni?

L’annuale manifestazione dei Webby Awards (nata nel lontano 1996 e ch si terrà in primavera 2010) ha selezionato i 10 momenti top della storia recente di Internet:

(continua…)

Stampare Internet?

E se stampassimo Internet? Tutto, dico, ogni singola informazione presente sulla rete.

printing-the-internet-book2

Si impiegherebbero 57.000 anni (24h/24, 7 giorni su 7) per leggere il tutto.
Leggendo una decina di minuti al giorni gli anni diventerebbero più di 8 milioni.
Il libro stampato sarebbe alto 10.000 piedi.
Servirebbero 47 milioni di cartucce.
Con una normale stampante ci vorrebbero 3.805 anni per completare la stampa (errori di stampa permettendo).
Se i Babilonesi avessero iniziato a stampare nel 1.800 a.C. avrebbero finito ora.
Bisognerebbe abbattere 40.000 alberi (il doppio di quelli presenti in Central Park).

Grande cosa Internet. grande, grande.

[via CartridgeSave e MacintoshBlogr]

Gli italiani e Internet – parte seconda

Riprendo in mano le statistiche relative al rapporto tra italiani e web proposte un paio di giorni per snocciolare altri numeri che evidenziano quali sono le dinamiche e le caratteristiche della Rete nel nostro paese.

- il 46.5% degli italiani dispone di un accesso web: un dato confortante se affiancato al fatto che circa il 90% di essi utlizza l’ADSL con abbonamento flat per connettersi

- il 64% degli uomini e il 53% delle donne sono utenti di Internet, da che se ne deduce una distribuzione demografica tutto sommato equa

- Come ovvio il web è presente in modo massiccio tra gli studenti universitari, infatti il 95% di loro utilizza il web; buone percentuali anche tra i diplomati (82%) e tra gli studenti di scuole medie e superiori (81%). Rispetto alle fasce d’età Internet penetra per il 78% tra i teenager (11-17 anni), al 73% tra i 18-34enni e per un buon 66% nella fascia 35-54 anni (ricordo i dati a proposito dell’utenza Twitter).

- Si accede al web principalmente da casa propria (50%), dato uniformemente distribuito su tutte le fasce demografiche, mentre il 20% si connette a Internet dal posto di lavoro. Solo il 7% naviga in mobilità, tramite smartphone e palmari: principalmente costoro hanno un profilo di alto livello (laureati, imprenditori, manager)

- Perchè si utilizza Internet? Per cercare informazioni è la motivazione più comune (46%), seguita dallo stimolo di sveltire alcuni processi (acquisti, iscrizioni, prenotazioni) (27%), quindi per svago (22%), aggiornamento in tempo reale (21%) e per rimanere in contatto con persone distanti (19%)

- E perchè invece NON si utilizza il web? Il 60% dichiara di non saper usare il pc, il 23%pur non avendo mai provato il web afferma di non essere interessato. Tra gli utenti occasionali invece si adducono motivazioni legate ai costi del servizio, al fatto che è ancora complicato accedervi da cellulare, alla lentezza delle connessioni e all’eccessiva presenza di pubblicità online.

Sondaggino: voi come vi collegate? chi siete (anni, titolo di studio, professione) ? da quanti anni ormai? perchè?