I 10 comandamenti dei Social Media

1) Non essere narcisista: i Social Media sono fatti di persone, e con le persone bisogna parlare. L’importanza di iniziare un dialogo con gli utenti è fondamentale, è inutile parlarsi addosso e postare un link ogni tanto sperando che la maggior parte dei tuoi followers lo clicchi. PRIMA immergiti nella community, commenta link e foto, partecipa; POI inizia a postare tuoi contenuti e a parlare di te.

2) Ascolta quello che dicono gli altri: se i social media sono fatti di conversazioni, allora la capacità di ascoltare è primaria per costruire relazioni con gli altri utenti. Uno strumento utile per ascoltare al meglio ciò che si dice sui SM è Tweetdeck,client grazie al quale è possibile monitorare non solo Twitter ma anche Facebook.

3) Non spammare. Bisogna aggiungere altro?

4) Sii “discreto”: non scrivete cose che sapete già che possono essere poco interessanti (regola non sempre vera, devo dirlo). Più che altro non dite cose di cui potreste pentirvi (un po’ come fate già nella vita reale!): “Don’t tweet anything you wouldn’t want to see on a billboard with your name/face/logo/phone # and your mom driving by“.
(continua…)

10 motivi per iscriversi ad Anobii, il social network dei libri

Più riguardo a 1984

Appassionati di libri? personalmente si, perciò non potevo non iscrivermi all’ennesimo social network che tratta esclusivamente del magico mondo libresco.

Si chiama Anobii, è nato da un paio di anni ma sta crescendo esponenzialmente nell’ultimo periodo, come dimostra il grafico preso da Google Trends.



Tra l’altro, possiamo eleggere Siena e Torino quali città più affamate di libri a livello italiano?

In breve su Anobii potete:

  1. creare la vostra libreria personale con i titoli dei libri da voi letti
  2. creare una lista dei “wishes”, dei libri che vorreste leggere
  3. recensire, taggare, organizzare i vostri libri (par autore, per tipologia, per anno, etc)
  4. trovare i vostri amici e condividere con loro la vostra lista
  5. aggiungere tra i contatti (definiti “vicini”) gli utenti che hanno gusti simili ai vostri
  6. vedere chi legge i vostri stessi titoli
  7. trovare titoli correlati al libro che state consultando
  8. iscrivervi a gruppi di discussione tematici
  9. commentare,suggerire e aiutare gli altri utenti nella ricerca
  10. acquistare i libri recensiti (tramite siti esterni)

Tenete presente che su Anobii al momento ci sono 11.363.000 libri e immaginate le potenzialità di tutto ciò: se amate i libri non vi staccherete più dalla tastiera!

Ultimo appunto: esistono almeno un altro paio di socila network a tema libri, ovvero LibraryThing e Goodreads.

A breve vi aggiornerò con approfondimenti e riflessioni, intanto se volete dare un’occhiata al mio profilo per capire meglio..eccolo!

E voi? ci siete su Anobii?

MeeHive: creare il proprio quotidiano personalizzato

giornale

Quante pagine leggete di un quotidiano? la metà? non vorreste un giornale che davvero soddisfi la vostra sete di informazione? Vi consiglio MeeHive!

MeeHive è un servizio che permette di crearsi un proprio quotidano, personalizzando e scegliendo di essere informati solo sui settori e sugli argomenti REALMENTE di vostro interesse. Il risultato sarà un giornale online del tutto simile graficamente ai siti dei colossi della carta stampata, costituito dalle news e dai feed da voi selezionati.

Al momento è possibile solo leggere le fonti americane (che non fa mai male), in futuro forse si potrà creare il proprio giornale anche in italiano!

Si può obiettare che è un servizio che ormai fanno tutti i Feed reader, ma per chi ancora subisce il fascino della stampa tradizionale possa essere un ottimo e affascinante strumento.